Crea sito
le_mani_di_marilena.jpg
Manica
| kimono |
spazio102x2.png
Home
come fare
campione
bordi
dietro
davanti
collo
manica
paramanture
regole
trecce
interessi
download
 siti amici



a mano
. a macchina *
Manica  
larghezza polso 18 cm
  ascella 23 cm
lunghezza coste 3 cm
  polso/scella 15 cm
  ascella/spalla 3 cm


 manica bimbo
La manica di Miriam / Andrea
!
Il polso di una manica per  neonato deve fare in modo che la mano della mamma e del papà possa entrarvi! per questo il minimo sono 18 cm. poi cosa molto importante: quanti punti alle ascelle (prima delle calature)? la manica deve essere giusta, non avere strani sbuffi
occorre misurare il dietro dalle ascelle alle spalle = 12 cm presto fatto dirai: 24 cm! NO, in questo modo la manica risulterà abbondante! bisogna togliere 0.5cm ai 12cm = 23 cm
La manica di Fabio
per uomo di solito si confezionano maglie fatte come nel disegno  posto sopra.
queso piccolo scalfo di 3cm x 3cm, per uomo diventa di al massimo di 7cm, poi si avrà la spalla scesa. e per far sì che la manica cada bene bisogna che sia più stretta dello spazio che andrà a occupare.
utile la regola: Ho i ferri ma quanti punti mi servono? visto che le ascelle del dietro, del davanti e delle maniche (in questo tipo di maglia) sono uguali sia nei punti che nei ferri, si contano i ferri dopo l'ultimo punto calato delle ascelle fino alle spalle e questo numero si divide per 4 e il risultato si moltiplica per 3 e si ottiene il numero dei punti che dobbiamo avere alla fine della manica (nel disegno sopra i 17cm = 23cm meno 3cm e meno 3cm delle ascelle), punti da chiudere morbidi, molto morbidi! Ovviamente a questi punti  si devono aggiungere i punti delle acelle per avere l'ampiezza necessaria (nel disegno sopra 23cm).
dico la stessa cosa in modo diverso: quanti ferri ho dalle ascelle alle spalle? ecco questo numero va diviso per 4 e il risultato va moltiplicato per tre e questo risultato sono i punti che dobbiamo avere alle ascelle delle maniche.
visualizza il pdf per le regole per gli scalfi manica  pdf.png 

Aumenti:
hai la lunghezza della manica dal polso all'ascella; dividila a metà.
prima metà: polso  gomito.
seconda metà: gomito ascella.
per Fabio gli aumenti nella prima metà manica  sono molto vicini e più radi nella seconda metà.
per Silvia gli aumenti nella prima metà manica  sono radi e molto vicini nella seconda metà
Questo per quanto riguarda al quanto aumentare e dove. Mentre per come aumentare va a gusti e al modo usato per confezionare la manica.
A mano: all'interno di 3 punti  perchè di solito si cuce la manica a punto maglia ( avere un bel bordo su cui cucire agevola il lavoro).
Per punti operati: sarebbe bene aumentare in esterno e cucire a punto catenella o a maglia indietro.
Nei punti traforati: basterebbe non fare una calatura , la prima o l'ultima più vicina al bordo.

. A macchina: nelle familiari si può aumentare all'interno di 3 punti, con un poco di attenzione, ma molto spesso si aumenta mettendo un ago esterno in lavoro a passate alterne.  Nelle industriali solo in esterno.
Punti a coste: sarebbe bene aumentare in esterno. e nelle coste 1/1 (costa semplice, perlara, inglese) aumentare la coppia di punti un dritto, un rovescio per non perdere la manualità, avviando i 2 punti ogni fine ferro ( ovviamente quando occorre).
Punti a coste: sempre in esterno, ma quando si lavora coste 1/1(costa semplice, unita, perlata, inglese) aumentare la coppia di punti  avviando i 2 punti ogni inizio ferro   (ovviamente quando occorre).
 
Ecco come: Estrarre un ago esterno per frontura e fare la passata mettere il feretto per fermare la lana, estrarre un ago per frontura e fare la seconda pasata e mettere  l'altro ferretto per fermare la lana del secondo aumento.
mi sono fatta dei ganci  da inserire tra le fronture, per non far cadere i punti. alcune macchine forniscono questi strani ferri (Toyota), altre no.
 
e praticamente sono da spostare ad ogni gruppo di aumenti. Mi sono costruita anche dei pesetti a grammature diverse con i bulloni per questi ferretti, perchè spesso i pesi forniti con la macchina (anche quelli piccoli) sono troppo pesanti per questo uso, o troppo leggeri (quelli forniti per il Robot della Brother).
le calarure del colmo manica
Hai i punti alle ascelle e hai i punti del colmo. hai seguito lo schema e perciò hai anche i ferri che ti servono per le calature. ora faccio un esempio: ascelle  38+38punti(24cm), colmo di 9+9punti(6cm) e 30 ferri dalle ascelle al colmo (7 cm). Devi calare 29 punti per parte di cui 3 punti subito. ora per farti vedere il metodo io segno i punti calati partendo dal 4° e arrivo al 29°punto, con un meccanismo particolare, da usare sempre nelle calature delle maniche a giro e semi giro(come questa). i ferri sono in rosso(segno solo il dritto lavoro, e per comodità, ho deciso che siano numeri pari dal 2 al 30)  e i punti in nero e verde. (maglioncinio  per bimba di 4 anni lavorato con la 7 - 3 capi merinos - 32 punti per 43 ferri in 10 cm. Dal polso (dopo le coste di 2 cm) alle ascelle 120 ferri (28 cm). 
2 4 6 8 10 12 14 16 18 20 22 24 26 28 30
4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18
21 24 27         29 28 26 25 23 22 20 19
perciò chiudere 3 punti subito al dr lav, 3 punti subito al rov lavoro per le ascelle e 2 punti per parte per 3 volte, 1 punto per parte per 4 volte e 2 punti per parte per 8 volte. Restano da chiudere morbidi al 31° ferro18 punti.
il meccanismo che voglio che tu capisca e che adotti nei tuoi lavori è la sequenza di numeri in verde. aggiungi 2 punti al colmo, uno alle ascelle (i punti 19 e 20 al colmo e il punto 21 alle ascelle). In questo modo la manica è molto simile a quella tagliata dalla sarta e con un poco di attenzione in più si potrebbe calare la parte della manica che andrà cucita ad dietro in mdo regolare e la parte che sarà cucita al davanti calata in questo modo.......è una follia! però per un bel cappotto foderato.....
Queste calature io preferisco farle ad inizio e fine ferro, non all'interno di 3 punti, il lavoro tira di meno, e non si nota questo strano susseguirsi di calature doppie e singole. E un'ultima cosa: a mano e a macchina, con una manica che abbia un como, il meccanismo non cambia.




misure colmo bimbi
per chi come me non ha bambini sottomano, sono un problema e allora mi comporto come per le maniche dritte: gli stessi punti calati nel dietro nello stesso numero di ferri, tenendo presente che nel bimbo la larghezza della manica alle ascelle deve essere solo un centimetro più stretta ( ascelle>>spalla dav + ascelle>>spalla dietro = cm.....? - 1 cm)
se io aggiungo lo stesso numero di ferri che occorrono per calare i punti e in questo numero totale di ferri calo col mio metodo, ottengo una manica con un piccolo colmo, molto aggraziata, con una maggiore vestibilità. In questo modo puoi allungare una manica ormai corta (disfi il polso e con questo filo lavori il colmo e rifai il polso con lana nuova).

manica Kimono
se si lavorano dai fianchi alle spalle unite al davanti e al dietro in un unico pezzo:
devi calcolare in larghezza i punti da avere dalle spalle al polso.  Dividere in 3 parti l'altezza da raggiungere meno 13 cm , che è il minimo di larghezza per il polso(manica lunga- 20 manica corta). e in queste 3 parti devi aumentare i punti in 3 metodi diversi: pochi, molti, tantissimi per volta. questo il metodo, ora ti dico il resto.......
quando lavori in verticale la maglia cede in lunghezza e si stringe grazie al proprio peso.....capito, constatato?
se lavori in orizzontale( appunto le maniche per un kimono) la maglia si allargherà e di conseguenza si accorcerà (per questo ti ho detto 13 cm minimo per il polso (13+13ovvio)
perciò se si allargherà...... quando avrai terminato la maglia avrai le maniche che ti arrivano alle ginocchia...!!!!! capito questo, adesso?
Come fare: il braccio lungo 63 cm - 6 cm di polso lavorato a coste =  56 cm di manica per i punti del campione (23p in 10 cm) fanno 128p da raggiungere.  ma saranno troppi, quanti punti togliere?
Regola: dividere i centimetri per 7 e il risultato sono i cm di abbondanza che si avranno
perciò 56:7=8cm da togliere - quindi: 56-8=(48cmx 23p):10cm=110 punti da raggiungere e non più 128!
prospetto i cm da dividere per 7 sono in nero | i cm  che cederanno in verde | i cm da lavorare in rosso
10 20 30 40 50 60 70 80 90 100
1.4 2.8 4.2 5.6. 7 8.4 9.8 11.2 12.6 14
8.5 17 25 34 43 51.5 60 68.5 77 86
in questo modo la parte dalle ascelle alle spalle si allarga tutta e di conseguenza si accorcia: aggiungere la metà di quanto tolto in larghezza...... percio 30cm si scalfo +4 cm (erano 8cm ) per la manica lunga. per la manica corta +2cm solo sempre.







*  se non ci sono distinzioni tra le colonne: a mano e a macchina, si lavora in  ugual  modo.
Torna all'inizio